Le app per i parcheggi come opportunità di marketing


images

Sostafacile, Mycicero, Tap&Park, Easy Park. Sono i nomi delle più usate applicazioni per smartphone e tablet che consentono di pagare il parcheggio con un click. Milano ha la sua Easy Parking che consente di ritrovare anche la macchina.

In generale la procedura è molto semplice: si scarica l’applicazione, ci si iscrive, si carica il borsellino elettronico e, quando arriva il momento del parcheggio, anziché cercare monete ovunque o un tabaccaio che venda carte prepagate, gratta e sosta ecc, senza nemmeno scendere dalla macchina si attiva la sosta con un click, un sms o a volte una telefonata. E’ comodissimo, si può attivare a consumo oppure prolungare la sosta da remoto scongiurando per es. di dover uscire dal ristorante per rimettere monete o rischiare la multa.

E questo cosa c’entra col marketing del locale o dell’albergo?

Alcune di queste applicazioni prevedono all’atto della ricarica del borsellino elettronico l’inserimento di un codice sconto e/o consentono di pagare la sosta per altri. Offrire ai clienti un codice sconto sul parcheggio può essere una buona operazione di marketing, soprattutto all’interno dei centri storici più cari. 

Se non è previsto nessun codice sconto sarà sicuramente possibile contattare il fornitore della app e mettersi d’accordo. Inoltre, nelle città  in cui è richiesta l’esposizione di un tagliando se ne possono stampare autonomamente o contattare l’ufficio sosta del comune. In molte città chi controlla le soste è fornito di lettori che fotografano le targhe e sono in grado di vedere se è attiva una sosta online.

E’ comunque un servizio al cliente tenere l’informazione sul sistema di pagamento del parcheggio ben visibile, magari con un codice QR che mandi direttamente al sito dell’applicazione per l’iscrizione, assieme alle piantine e al materiale che riguarda la città.

Detto questo, in generale può sembrare un’ottima cosa che ci siano app per il parcheggio in moltissime città, in realtà ci sono alcune criticità da non sottovalutare, la prima sicuramente il fatto che non essendoci omogeneità tra le città si rischia di diventare matti con  app diverse (anche tutte e 4 in una stessa regione) e il fatto che anziché collegare semplicemente una carta di credito sia necessario un borsellino prepagato. E’ evidente che questo non rappresenta un problema per chi parcheggia abitualmente nella propria città ma un grosso limite per chi utilizza la app per uno o pochi giorni.

Vediamole una per una, con pregi e difetti concentrando la nostra attenzione sulla possibilità di utilizzarle come strumento di marketing per negozi ma soprattutto per ristoranti e strutture turistiche.

image_mini

Sostafacile, attiva per il momento a Modena, Reggio Emilia, Ferrara e Vicenza. E’ forse la più semplice delle applicazioni e sicuramente una delle più versatili. E’ stata pensata per le azioni di marketing e ha la possibilità di ricaricare il borsellino elettronico utilizzando codici sconto. Completamente gratuita e disponibile per tutti gli smartphone.

Le caratteristiche migliori riguardano la semplicità d’uso e di iscrizione, l’assenza di formalità, la possibilità di pagare la sosta per più auto. La fattura arriva all’indirizzo email. Unico neo è il taglio minimo del borsellino elettronico che è 10 euro, mitigato dal fatto che la stessa app (e quindi lo stesso credito) è utilizzabile in tre città confinanti. Essenziale e comodissima.

sosta facile

ciceroID_mainLogo

 Mycicero, app adottata a Roma, Bologna, Pesaro, Ravenna, Senigallia, Olbia, Numana, Fermo, Cervia e Ancona.

App completa di altre funzioni riguardanti i trasporti regionali e interregionali. Anche in questo caso semplicità d’uso e di iscrizione, assenza di formalità, possibilità di pagare per più auto. Quasi perfetta ma in Emilia Romagna non è attivo il servizio di associazione di una carta di credito per il pagamento contestuale ed è attivo il solito borsellino ricaricabile. Il taglio minimo però è di 5 euro e non 10. App completamente gratuita.

tp & park

 Tap & Park, attiva a Pisa, Carrara e Forlì. Ottma applicazione che informa sui parcheggi che si liberano, sulle tariffe migliori ed è facilissima da scaricare oltre che gratuita.

Peccato che per attivare il pagamento tramite smartphone sia necessario recarsi all’ufficio sosta della città, cosa che la mette fuori gioco per il turismo. Altro neo è il solito borsellino elettronico prepagato. Sarebbe un’ottima cosa rivedere le modalità di inserimento targa.

 

easy park

App presente in numerose città tra cui Napoli, Brescia, Verona, Lecce e molte altre. Facile da scaricare, nessuna formalità ma onerosa per l’utente attraverso un canone fisso mensile più il costo della sosta o una maggiorazione del 15% sul costo di ogni sosta.

 

Ultime considerazioni: siamo sulla strada giusta, le app sono comode ma è una giungla in cui è difficile trovare la strada giusta se si viene da fuori. E’ ora che le azioni intraprese in vista della smart city tengano conto del fatto che tutta l’Italia è un paese ad alta vocazione turistica e che tutto quello che semplifica la vita ai cittadini dovrebbe semplificare la vita anche ai turisti.

Come abbiamo visto, i margini per utilizzare anche il parcheggio per le azioni di promozione turistica ci sono, è importante però fare pressione sui comuni e sui gestori delle applicazioni affinché le procedure di registrazione siano il più semplice possible e che ci sia la possibilità di pagare con carta di credito o paypal a consumo, lasciando libera l’opzione del borsellino elettronico. In questo modo avremo strumenti più flessibili e utili.

Una unica app per tutta l’Italia immagino sia ancora irrealizzabile…

Donatella Franchi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Sostafacile, attiva per il momento a Modena, Reggio Emilia, Ferrara, Vicenza. E’ la app più semplice ma versatile e già predisposta per i coupon.

I suoi punti di forza sono la semplicità di utilizzo, il fatto che si possa scaricare su tutti gli smartphone e non solo apple e android. E’ prevista la possibilità di attivare la sosta tramite sms per chi non possiede uno smartphone o un tablet. Nessuna formalità, veloce e affidabile. La fattura arriva via email. E’ possibile pagare la sosta per chi si vuole, non solo per la propria auto. Unico neo la possibilità di ricaricare il borsellino elettronico con un taglio di 10 euro minimo. Una buona app che fa quello per cui è stata studiata.

sosta facile

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *