A proposito di turismo accessibile


turismo accessibile

Alcune news sul turismo accessibile.

L’accessibility Pass includerà gli over 65

images (1)

L’Accessibility Pass, il sistema di certificazione che classifica il livello di accessibilità degli hotel di tutto il mondo, grazie alla collaborazione con 50plus Hellas (associazione greca),  includerà anche criteri relativi alle esigenze degli anziani. In effetti gli over-65 rappresentano ormai una fetta sempre più consistente della popolazione  nelle società avanzate ed è un segmento interessante anche dal punto di vista turistico.

La V4A di Ferrara è finalista agli Ulysses Awards in due diverse categorie: innovazione turistica e innovazione tecnologica.

Gli Unwto Awards per l’eccellenza e l’innovazione nel turismo premiano iniziative turistiche che si caratterizzano per conoscenza e innovazione, in linea con i principi del Codice Mondiale di Etica del Turismo Untwo.

Village for all – V4A è il marchio qualità internazionale ospitalità accessibile, che attraverso le proprie informazioni garantisce di poter scegliere dove trascorrere le vacanze in tutta sicurezza. “Non c’è dubbio – commenta Roberto Vitali, presidente V4A – che noi ci riconosciamo nei principi fondanti di questo premio. V4A ha fatto dell’etica, dell’innovazione e della conoscenza la base per il proprio lavoro. Nel 2008, quando abbiamo iniziato l’avventura di V4A, sapevamo di essere dei pionieri, ma se siamo riusciti ad arrivare a questo risultato “mondiale” è perché questa avventura è stata condivisa con molte altre persone in tutto il mondo, attraverso i network di cui facciamo parte. Fin dall’inizio abbiamo immaginato un progetto che potesse garantire a chiunque di poter fare la sua vacanza, in qualsiasi Paese, indipendentemente dalle proprie condizioni, promuovendo la cultura dell’Inclusione e della responsabilità, senza dimenticare che garantire questo imprescindibile diritto umano rappresenta anche una eccezionale opportunità di business per le imprese. Abbiamo sviluppato il software V4AInside, che ha richiesto oltre 3 anni di ricerche e sviluppo, proprio per poter sistematizzare e rendere economicamente sostenibile lavorare nel turismo accessibile, ed ora siamo in grado di offrire i nostri servizi a qualsiasi Paese, garantendo un livello di qualità finora impensabile.” da Estense.com

 

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *