Cambiare il sito internet. Se aprissi un blog?


DSCN1130Fermiamoci un attimo a considerare il sito internet. Sarebbe da rifare? Non ce l’hai ancora e pensi di attivarne uno?

Quali sono le considerazioni da fare quando si decide? Il costo? Certo, il costo è sicuramente un elemento da valutare attentamente. Ma per costo cosa si intende?

Internet è in continuo mutamento e per un prodotto che sta in rete non valgono le osservazioni che si possono fare per altri acquisti. Per esempio, se dovessi comprare un mixer per la cucina dell’albergo cercherei di acquistare quello che offre più garanzie di affidabilità, robustezza e durata. Forse costa molto, ma se quello che mi consente di fare migliora il mio lavoro e so che durerà parecchio, posso pensare di investirci una bella somma. E’ un bene che posso ammortizzare.

La stessa considerazione non possiamo farla per il sito internet. Non possiamo aspettarci che il prodotto più bello, che costa di più sia la scelta più razionale. Non esiste un sito fatto una volta per tutte: ha bisogno di continui aggiornamenti (per esempio le offerte, il listino prezzi, gli eventi che intendiamo organizzare) e anche il posizionamento sui motori di ricerca (SEO) non può essere fatto una volta e considerare l’operazione conclusa. Più il sito è complesso, più è necessario l’intervento di un professionista. Il sito è un investimento su cui è necessario continuare ad investire di continuo.

images (4)

Esiste un’alternativa: prendere in considerazione quello che offre internet. Perché non pensare ad utilizzare la piattaforma open source wordpress per il proprio sito? Quali sono i vantaggi che ci possiamo aspettare?

Innanzitutto il costo si limita al pagamento per il dominio ed eventualmente per il tema (poche decine di dollari ma ce ne sono di bellissimi anche gratis). Il costo del professionista può scendere anche parecchio. Addirittura un sito wordpress si può attivare da soli. Sicuramente sarà facile aggiornarlo senza problemi e senza l’aiuto costante del web master (e quindi con un “canone” di manutenzione basso o inesistente).

WordPress si integra perfettamente con i social network ed è possibile inserire delle “estensioni” (plugin) che inviano newsletter, traducono automaticamente, permettono di fare videogallery, aiutano nell’ottimizzazione sui motori di ricerca e possono fare di questo tipo di sito uno strumento molto potente. Inoltre, quasi tutti i plugin sono gratuiti, almeno nelle versioni di base.

Tutti i siti wordpress sono blog, sono studiati per un aggiornamento continuo quindi sono strumenti molto agili, facili e veloci da utilizzare. E non è detto che devano avere per forza l’aspetto di un blog: privilegiando una parte piuttosto che un’altra diventano vetrine a tutti gli effetti. Ma con una marcia in più: quando vuoi puoi cominciare a scrivere del territorio, delle tue iniziative, puoi pubblicare lettere dei clienti e…dipende da quanta fantasia hai.

images (6)

Il nuovo Manuale di web & social media marketing curato da F&M Comunicazione per Turismocome  che proponiamo in questi giorni ti guida passo dopo passo nella costruzione del tuo sito wordpress. Potresti stupirti di quanto poco possa costare essere su internet con un sito bellissimo e utilizzare tutti gli strumenti per fare web marketing ad un buon livello. E’ evidente che quello che non costa in denaro costa in impegno personale. Ma c’è l’altra faccia della medaglia. La contropartita dell’impegno è la possibilità di controllare personalmente la tua comunicazione, la rapidità della pubblicizzazione di un’offerta che magari hai deciso poco fa e il controllo istantaneo e continuo dei risultati delle tue azioni.

Se vuoi un esempio di come possa essere un sito wordpress, sappi che ci stai leggendo sopra in questo momento, ma ci sono moltissimi altri temi da guardare e valutare.

Se sei interessato a metterti in gioco e provarci allora forse sei interessato ad avere qualche informazione in più sul Manuale di web & social media marketing

Clicca qui per andare al post di presentazione e compilare il form di contatto. Ti invieremo tutte le informazioni e un link per sfogliare il primo capitolo.

Donatella Franchi
Pagina Facebook
turismocome@gmail.com

 


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *