My Puglia experience, turismo e Social Media Marketing


puglia turismo come

Il suo territorio offre tantissime alternative… gli amanti della natura hanno a disposizione più di 200.000 ettari di superficie protetta comprensiva di parchi nazionali e regionali, riserve naturali, per non parlare della bellezza del mare!

Ma anche dal punto di vista artistico/culturale non è certo priva di risorse, basta citare i noti Trulli di Alberobello, Castel del Monte di Andria (entrambi considerati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO), gli esempi di Barocco leccese ed altro ancora.

Visto queste potenzialità a livello turistico, abbiamo cercato di capire se la Regione Puglia stesse portando avanti un discorso di promozione turistica e territoriale utilizzando i Social Media e in che modo lo facesse, non dimenticando l’importanza di creare engagement e coinvolgere in modo attivo il target obiettivo per tutti coloro che si occupano di marketing e comunicazione.

Quello che ci ha incuriosito, è stato il modo in cui si sono integrati promozione territoriale e social media marketing con una terza componente: i giovani.

Il risultato è stato l’avvio del progetto “My Puglia experience”, partito ufficialmente il 22 giugno, e promosso in collaborazione con il CTS (Centro Turistico Studentesco e Giovanile) con lo scopo, come si diceva prima, di far conoscere ciò che la Puglia ha da offrire tramite la diretta partecipazione di alcuni ragazzi sia onlie che offline.

Innanzitutto, la selezione dei partecipanti che avrebbero viaggiato per la regione e condiviso in rete la propria esperienza, è avvenuta utilizzando uno dei social network più diffusi e popolari, ossia Facebook.

In poche parole, tutti i ragazzi italiani di età compresa tra i 18 e i 35 anni, interessati a questa proposta, dovevano prima partecipare a un “web casting” inviando la propria foto e una breve descrizione appunto sulla pagina FB di  “Viaggiareinpuglia” e successivamente essere votati dagli altri utenti della rete. Chi otteneva i risultati migliori passava all’ultima fase di scelta e selezione.

Questo, quindi, è stato un modo creativo non solo di generare interesse e far parlare del territorio, ma anche di ottenere engagement e una partecipazione sia diretta che indiretta.

puglia turismo come


Il risultato è stato sicuramente un incremento del numero di fan che seguiranno tutti gli aggiornamenti della pagina, e un ritorno d’immagine più che positivo visto che la Puglia, in questo modo, si è mostrata come una Regione propositiva che punta e dà spazio ai giovani coinvolgendoli direttamente e catturando l’interesse di questo target. Obiettivo raggiunto.

Il patrimonio turistico emerge così tramite i racconti, le foto e i post pubblicati dai ragazzi che viaggiano per la regione seguendo quattro percorsi: “Storia e Avventura” che comprende la zona dell’antica Magna Grecia, il “Mare e Barocco” per la parte salentina, i “Borghi e Natura” per l’area del Gargano e infine “Riti e Sapori” per Bari e Valle d’Itria, ognuno su fb ha naturalmente il proprio hashtag.


Si è cambiata, quindi, la prospettiva; si è scelto di promuovere il territorio dal basso, dal punto di vista del turista/viaggiatore. E così i giovani scelti raccontano la loro esperienza, reale, vissuta in prima persona. Questi stessi ragazzi compaiono, tra l’altro, nelle foto condivise sul FB della pagina turistica pugliese, come se stessero trascorrendo una vacanza “normale”, e questo rende il tutto ancora più vero e riduce la distanza con gli altri utenti.

puglia turismo come

viaPuglia, turismo e Social Media Marketing | Social Media Marketing.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *