I luoghi misteriosi di Napoli


Riceviamo e pubblichiamo

Magnifica città sdraiata sul Golfo omonimo e dominata dal vulcano Vesuvio, Napoli è oggi famosa in tutto il mondo per le sue bellezze artistiche e naturali, oltre che per la sua eccellente gastronomia e per il suo folklore.

Fondata secondo la ricostruzione storica dai coloni greci di Cuma, Neapolis nacque come città antagonista di Palaepolis, a quel tempo dominata dagli Etruschi. Nel corso dei secoli, Napoli ha conosciuto dominazioni di popoli diversi che hanno lasciato un’impronta indelebile nella storia e nell’architettura della città.

Se siete alla ricerca di una destinazione per trascorrere un fine settimana e volete una meta particolare e che ben si presti a diversi “spunti” di soggiorno, allora vi consigliamo di prenotare il vostro b&b Napoli al centro storico e lanciarvi alla scoperta dei luoghi più misteriosi della città.

Napoli, infatti, nasconde moltissimi luoghi del mistero, spazi dal fascino indelebile quanto sfuggente che evocano da sempre leggende o miti più o meno veritieri e sempre in bilico tra la storia e il folklore.

Itinerari “del mistero” a Napoli Se si desidera visitare i luoghi del mistero della città di Napoli, il vostro tour deve partire dalla celebre Napoli Sotterranea; in pochi forse conoscono infatti i misteri che si annidano nel sottosuolo di Napoli, un vero e proprio intreccio di cisterne, passaggi segreti, acquedotti per una superficie totale di circa 600mila metri quadrati.

Un luogo davvero suggestivo che non può certamente mancare nel vostro tour del mistero!

Seconda tappa è invece il Cimitero delle Fontanelle, un ossario nel quale sono raccolti migliaia di ossa e teschi, oltre a tombe scoperte. Così chiamato per la presenza in tempi antichi di sorgenti d’acqua, il Cimitero delle Fontanelle fu il luogo di sepoltura per migliaia di persone vittime della peste del 1656 e del colera del 1836. Il Cimitero è ubicato nel quartiere Sanità e l’ingresso della cava cimiteriale è racchiuso nella Chiesa di Maria SS. Del Carmine, dove sono ubicate le prime tombe. Dal Cimitero delle Fontanelle, la vostra gita del mistero può proseguire alla volta delle Catacombe, cimiteri sotterranei di Napoli sviluppatesi soprattutto nella zona dei Colli Aminei, area prescelta specialmente per la buona qualità del tufo.

Molto interessante da vedere è anche la Basilica di San Pietro ad Aram che secondo la leggenda è stata costruita proprio nel luogo in cui San Pietro aveva celebrato la prima messa e battezzato Santa Candida e Sant’Aspreno, i primi napoletani convertitisi al Cristianesimo.

Tappa conclusiva della vostra gita tra i misteri di Napoli è la Chiesa di Santa Maria delle Anime del Purgatorio ad Arco, edificio situato nel cuore del Decumano Maggiore e costruito nel 1616 per volere dei nobili del luogo che decisero di dar vita alla Congrega di Purgatorio ad Arco, una sorta di associazione umanitaria che si occupava dell’assistenza ai poveri e ai malati.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *