Hotel: la reputazione on-line influisce direttamente sul prezzo


Ripubblichiamo un articolo che offre alcuni spunti di riflessione. E’ evidente che essere sul web è ormai indispensabile ed è un elemento decisivo nel far conoscere la propria struttura.

Certamente esserci comporta anche una dose di rischio. Un commento negativo può fare danni ma il rischio è ampiamente compensato dai vantaggi derivanti dai commenti positivi. Del resto la partita viene giocata principalmente dal gestore attraverso le scelte di comunicazione con il proprio cliente e le recensioni sono una conseguenza diretta di come questo si sente trattato.

 

Un’importantissimo studio della Cornell University di New York, conferma che il grado di soddisfazione della clientela online ha un impatto diretto sulla performance finanziaria degli hotel.

Mentre l’analisi preliminare della reputazione online nel settore ha esplorato il suo impatto sul processo di vendita, questa ricerca senza precedenti convalida un legame diretto tra la soddisfazione del cliente arrivato via web e le prestazioni del fatturato complessivo di hotel.Condotto dal Professore Associato Chris Anderson, lo studio dimostra che non solo i Social Media e i siti web che ospitano le recensioni sono sempre più influenti nell’ottenimento della clientela, ma che con l’aumentare della reputazione in tali piattaforme ha come conseguenza

In primo luogo, la percentuale di consumatori che consulta recensioni su Tripadvisor prima di prenotare una camera d’albergo è costantemente aumentato nel corso del tempo, così come il numero di recensioni che leggono prima di fare la loro scelta. In secondo luogo, i dati transazionali da travelocity.com in Italia lastminute.com dimostrano che se un hotel aumenta le sue svariate recensione di 1 punto su una scala a 5 punti ad esempio, 3,3-4,3, l’hotel può aumentare il suo prezzo del 11,2 per cento.I risultati si basano su analisi di più di 31.000 osservazioni mensili oltre 2 anni e mezzo di categoria medio, di lusso, hotel di lusso in 11 principali mercati metropolitani in Nord America e in Europa: Londra, Milano, Roma, Madrid, Berlino, Praga, Chicago, Los Angeles, New York, San Francisco e Miami.

Ciò che emerge dallo studio è che positiva reputazione online non si limita a fornire pricing power più elevato per le vendite  – scrive Anderson – E’ correlato a tassi più elevati di prenotazione di gruppo e aziendali, oltre alle prenotazioni effettuate per telefono. Non esiste una categoria come quella degli Albergatori in cui è prioritario essere presenti con il massimo budget sul web, è incredibile ma ne conosco alcuni che hanno a malapena la mail e che la usano con disprezzo a favore del Fax.

viaHotel: la reputazione on-line influisce direttamente sul prezzo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *