La promozione turistica passa dai social media.


Una ricerca presentata a BTO 2012 di Firenze ribadisce con chiarezza quello che diciamo da sempre: la promozione turistica passa dai social media altrimenti è chiusa in un vicolo cieco. 
Vediamo alcuni dati.
– L’87% dei giovani sotto ai 35 anni usa facebook per scegliere la propria destinazione.
– Oltre il 50% del campione usa altri social media come Twitter e Pinterest

Già soltanto questi due dati dovrebbero consigliano in modo esplicito di avvalersi di questi strumenti per organizzare la promozione turistica della propria struttura.
Ma ci sono altri dati molto interessanti che testimoniano come anche il lavoro di marketing e promozione del territorio debba oggi essere riorganizzato in funziona dei social media.

Internet non viene usato soltanto per decidere i luoghi di destinazione e organizzare il viaggio e la vacanza ma si tende a continuare ad utilizzarlo anche durante la vacanza.

– il 70 % del campione è dotato di uno smarphone o di un tablet
– il 43 % utilizza questi dispositivi per fare fotografie

– il 52 % condivide le foto sui social media mentre è in vacanza o in viaggio
– il 25 % scrive commenti e recensioni in tempo reale.

– il 50 % del campione dichiara che userebbe ancora di più i dispositivi mobili se nel corso del viaggio e della vacanza trovasse più facilmente dei collegamenti wifi gratuiti.

Che dire a commento di questi dati ?
Sicuramente la domanda che i turisti pongono è in molti casi più qualificata dell’offerta.
Enti di promozione turistica, agenzie territoriali, consorzi di promo commercializzazione devono urgentemente riorganizzare la loro attività.

Per info scrivi a turismocome@gmail.com

 


Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *