Turismo sui social, vincono Sicilia e Marche


Che il turismo si muova online è cosa nota. Come i soggetti proposti istituzionalmente a fare turismo si destreggino nell’ambito dei social media invece, non lo è del tutto. Per capirlo, e comprendere quale sia il social media Roi, la società Blogmeter ha valutato, attraverso i suoi strumenti si analisi, le performance di 17 pagine Facebook e 15 profili Twitter italiani – ufficiali – delle Aziende di promozione turistica delle Regioni italiane. Di questo si parla a Firenze, nel corso del Bto – Buy Tourism Online. Lo studio si è focalizzato sulle oltre 900 mila interazioni avvenute sulle pagine negli ultimi sei mesi.

Ecco i risultati. Al netto di un’elevata presenza sui social network da parte di tutte le Apt oltre 70% è presente sia su Facebook che su Twitter, la creatura di Zuckerberg viene decisamente privilegiata come canale di dialogo con i propri utenti 80%. Miglior performance in termini di fan la registra Visit Sicily con oltre 100 mila appassionati, mentre il profilo Twitter più seguito – MarcheTurismo – non arriva a 10 mila followers. “E’ come se su Twitter ancora non si fosse trovata la giusta chiave per il coinvolgimento delle persone – spiega Vincenzo Cosenza di Blogmeter – anche quando in molte seguono il profilo, il livello di engagement è minimo, si parla di un reply, al massimo un retweet a contenuto, se c’è”.

Su Facebook i leader sono VisitTrentino, forte nel coinvolgimento tra i membri della sua community 290.323 interazioni generate sulla pagina da 61.266 fan. VisitSicily e Tuscany , invece “spiccano per una base di fan molto ampia e piuttosto attiva” rispettivamente, 133.240 e 126.812 fan. A sorpresa tra gli engagers  – cioè quelli che riescono a coinvolgere molto, nonostante il basso numero di fan spuntano invece VisitSardinia 95.737 interazioni totali e Liguria 59.597 interazioni.

Con i tweet chi se la cava meglio è Turismo Emilia Romagna, attivissima a pubblicare contenuti  – 851 tweet nei sei mesi di cui sopra – ripresi molto spesso dai suoi 9.796 follower che hanno generato 1.331 mention.

Si muovono bene anche MarcheTurismo, che nellultimo mese ha visto aumentare i suoi followers del 22% da 8.078 a 9.863, e VisitTrentino, che mantiene una community coesa anche su Twitter 3.735 follower che interagiscono con il profilo per un totale di 842 mentions. Tutte attività che premiamo in termini di flussi turistici, che scelgono sempre di meno l’intermediazione delle agenzie e tour operator: “ Siamo passati dal 58% delle prenotazioni online del 2011 al 63,7% di quest’anno” spiega Cristina Scaletti, assessore a Turismo, Commercio e Cultura della Regione Toscana, decretata anche miglior destinazione europea  per gli amanti del vino da TripAdvisor Traveller’s choise. Ma il reale Roi, cioè quanto torna indietro in termini di prenotazioni dall’attività sui social media, è quantificabile?  “Difficile fare una stima – risponde la Scaletti – più che altro si tratta di una percezione. Fatto sta che il social è uno strumento fondamentale per valutare la qualità e l’affidabilità dell’offerta.

C’è chi stima che incidano almeno per un terzo sulle prenotazioni”.Le best practice delle Apt su Fb e Twitter hanno dei punti di contatto comuni nella linea editoriale: “Fotografie evocative, informazioni di servizio, copertura di eventi, partecipazione a discussioni tematiche sono i contenuti che generano la maggior partecipazione. Gli utenti amano riconoscere i luoghi dove sono stati o sognare quelli in cui andare in futuro” aggiunge Cosenza.

Sia su Facebook che su Twitter il dialogo e il coinvolgimento diretto degli utenti si rivelano la strategia vincente. Tra le possibili iniziative: condivisione di contenuti creati dagli utenti, quiz “indovina il luogo”, citazioni dirette, creazione di hashtag tematici ad hoc vedi #TER,  #cioccoshow, compartecipazione dei fan nella gestione della pagina vedi Visit Trentino e Tuscany.

viaTurismo sui social, vincono Sicilia e Marche – Wired.it.


Support independent publishing: Buy this e-book on Lulu.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *