A Firenze il primo workshop “esperienziale” al mondo


Dal sito della Regione Toscana sezione turismo ripubblichiamo il comunicato che riguarda Buy Tuscani Experience, il primo workshop esperienziale al mondo. 102 operatori turistici a disposizione dei 141 buyer internazionali presenti che parteciperanno a 7 tour per vivere un’esperienza in Toscana. L’idea è quella di far vivere in anteprima agli addetti ai lavori quello che sarà l’offerta di turismo esperienziale. 

 

FIRENZE – La quarta edizione di Buy Tuscany, inaugurata stamani dall’assessore regionale al turismo Cristina Scaletti nella nuova sede della Fortezza da Basso, aggiunge Experience al nome e diventa il primo workshop esperienziale al mondo, grazie all’organizzazione di Toscana Promozione; un’occasione privilegiata per i 141 buyer internazionali presenti all’appello di vivere una loro esperienza in Toscana, anche attraverso la partecipazione a sette tour organizzati proprio per sottolineare questa nuova tendenza del viaggiare, così consono a questa terra e alle sue ricchezze.

 

Questa nuova concezione della manifestazione vuole essere il primo passo verso il contatto tra domanda e offerta esteso a tutto l’anno, in modo che i contatti sviluppati in occasione del workshop vero e proprio non rappresentino una occasione isolata, ma diventino sistema di continui scambi.

 

La novità di questa quarta  edizione è la creazione di quattro aree tematiche (lusso, servizi, tempo libero e congressuale) cui sono stati dedicati spazi distinti nei quali 102 operatori turistici toscani disporranno di una postazione cui faranno riferimento i buyer secondo gli appuntamenti fissati. Durante la due giorni di lavori, sono già poco meno di 4mila gli incontri previsti.

 

“Fare dei turisti gli ambasciatori della Toscana all’estero, facendogli vivere esperienze nuove e lontane dai tradizionali percorsi turistici. Questo è il nostro obiettivo – ha affermato l’assessore Scaletti visitando la sede espositiva -. Una strategia promozionale innovativa, all’avanguardia nel panorama italiano ancora troppo legato alle vecchie logiche di competitività sui prezzi, obsolete e rischiose. Il turismo esperienziale diventa la nostra scommessa, e per questo è protagonista di Buy Tuscany Experience. Un workshop rinnovato che punta ad agevolare ancora di più l’incontro tra domanda e offerta. Accompagneremo i tour operator internazionali alla scoperta delle mille Toscane, una per ogni esperienza da offrire ai viaggiatori”.

 

Una strategia talmente valida, aggiunge l’assessore, da aver già dato buoni risultati nei paesi Bric ( Brasile, Russia, India e Cina), grazie ai progetti speciali di promozione messi in atto da Toscana Promozione. Rispetto all’anno scorso, infatti, nella prima metà del 2012 sono stati registrati livelli di crescita fino a due cifre, come il + 22,4 per cento di pernottamenti dalla Cina o il +11,5 per cento dalla Russia. E sono ben 53 (su 141 complessivi) i buyer provenienti dall’area Bric.

 

“Per questo continueremo su questa strada anche nel 2013 – ha concluso il suo ragionamento l’assessore Scaletti – senza tralasciare di affiancare strategie mirate per il mercato nazionale, utili a ridare competitività a quei comparti più sensibili alla domanda interna che più stanno soffrendo l’attuale stato di crisi. Come dimostra il progetto Paese Italia, cui Toscana Promozione destinerà almeno mezzo milione di euro del programma promozionale 2013”.

Buy Tuscany Experience: a Firenze il primo workshop “esperienziale” al mondo | Toscana Notizie.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *