Verso l’Appennino Film Festival 2013, alcune note da sviluppare.



Appena conclusa la prima edizione di Frignano Film Festival, una sorta di demo, un numero zero dal quale era assolutamente necessario partire, F&M Comunicazione è già al lavoro per definire il progetto della nuova edizione del 2013 che assumerà la denominazione di Appennino Film Festival  Video Turistico.

Come nasce il nuovo progetto ?

Dall’ esperienza iniziale nata a luglio 2012 e terminata a ottobre, che ha evidenziato tutte le potenzialità di promozione turistica dei prodotti video realizzati direttamente da turisti e da chi vive il territorio, è possibile individuale alcune linee guida per progettare la nuova edizione.

La manifestazione deve sicuramente essere pianificata in modo tale da diventare un evento permanente, un catalogo online in progress per raccogliere i video turistici sull’appennino.

1 – Si tratta di un concorso ?

Non avrebbe nessun significato una classifica per assegnare il titolo di primo classificato, secondo, terzo. …

I video realizzati dai turisti hanno un’altro scopo, sono dei video personali che ognuno realizza prima di tutto per se stesso, come ricordo di una esperienza, di una vacanza, di una viaggio, sono video che vengono successivamente condivisi in rete su Youtube, Facebook, altri social media e che ogni singolo partecipante decide di condividere anche sui siti internet legati all’iniziativa del festival del video turistico in appennino.

Condividere e non presentare. Si presenta un video a un concorso, mentre si condivide il proprio video con il canale del film festival.

Non un concorso quindi ma un’altra occasione di condivisione.

2 – I video sono belli o brutti ?

Qualsiasi criterio di valutazione estetica, in termini di bello o brutto, di linguaggio audiovisivo giusto o sbagliato, di tecnica più o meno professionale di ripresa e di editing, non può essere considerato all’interno di una manifestazione che vuole incentivare il video realizzato da chi vive una esperienza nel territorio dell’appennino. 

Da questo punto di vista il video realizzato con una attrezzatura professionale e quello prodotto con una semplicissima telecamera amatoriale, addirittura con un cellulare, sono da considerare uguali.

La qualità tecnica del prodotto deve essere ridefinita considerando la potenzialità di questa tipologia di video nel trasmettere emozioni, nel raccontare l’esperienza personale, il proprio punto di vista.

3 – Video professionali o amatoriali ?

E’ una classificazione antica, obsoleta che non può essere utilizzata per questa tipologia di video e per questa manifestazione.

Che cos’è un video professionale ? Quello realizzato da un professionista che lo fa di mestiere, questa è l’unica definizione possibile. Ogni riferimento alle attrezzature impiegate è completamente fuori luogo in quanto le tecnologie digitali consentono di ottenere prodotti di ottima qualità anche con attrezzature non considerate professionali.

4 – Dov’è la manifestazione ?

Una rassegna di video realizzati direttamente dai turisti e da chi vive il territorio dell’appennino può svolgersi e svilupparsi soltanto online. E’ infatti tramite la condivisione in rete che i singoli video arrivano ad essere conosciuti, vengono visti, condivisi e ri-condivisi. La rete, il canale di Youtube dedicato, i social media sono i luoghi privilegiati in cui si svolge la manifestazione.

Il luogo  per visionare video a valenza turistica è internet.

Questo non esclude che ci possa essere una conclusione offline in una o più location individuate all’interno del territorio, anzi questo è auspicabile per favorire ulteriori opportunità e attivare sinergie utili alla promozione turistica.

5 – Come devono essere visti i video che partecipano alla rassegna ?

Anche in questo caso l’unica risposta è online. Video caricati su Youtube, sui social media, visionabili tramite smarthphone, tablet in mobilità devono continuare a rimanere online come catalogo in progress e patrimonio condiviso in rete.

Non stiamo cercando di realizzare una vecchia videoteca con i DVD dei video turistici ma di organizzare uno spazio condiviso in rete che racconti le storie dell’appennino tramite i video creati da chi in appennino ci va in vacanza, ci va per una escursione o per per lavoro.

Non ci interessano i supporti, le proiezioni, le cerimonie ma siamo molto incuriositi dai racconti delle persone, dalle narrazioni che possono promuovere il turismo in appennino attraverso il video racconto.

Da questo punto di vista un video che tratta le bellezze naturali, il paesaggio, l’ambiente è uguale a un video che racconta una giornata di divertimento in un parco avventura o su una pista di mtb oppure a un video che racconta uno spaccato di turismo culturale.

Non c’è una categoria più importante. Non stiamo cercando documentari, tipo quelli che sono appartenuti alla vecchia televisione analogica, ma video semplici, efficaci, diretti, nati per essere visti in rete in modo condiviso e che in rete devono rimanere.

Lasciaci se vuoi la tua opinione e partecipa alla prossima edizione.
Per contatti friganofilmfestival@gmail.com  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *