Il bello del nostro vecchio: video selezionato per il Frignano Film Festival Contest 2012


Un video che non è turistico ma che racconta le tradizioni delle nostre montagne in modo originale, attraverso l’animazione di fotografie e oggetti. Il video fa parte del progetto “Racconti animati fra diverse culture”, realizzato dai ragazzi delle classi 2c e 2d della scuola media di Fanano in collaborazione con l’associazione OTTOmani.

I lavori realizzati dalle scuole del territorio nell’ambito dei programmi e dei laboratori, possono dare un valido contributo alla promozione turistica e culturale. Il nostro è un invito a continuare nel cammino intrapreso utilizzando sempre di più i nuovi media, coinvolgendo i ragazzi per prepararli fin dalle elementari ad essere cittadini di un territorio a forte vocazione turistica e ad una cultura dell’accoglienza come già in altre regioni d’Italia. 

La consapevolezza e la conoscenza delle proprie origini, se ampiamente condivise sul territorio si trasformano in atmosfera,  un patrimonio dal valore incalcolabile.

I ragazzi, anche da soli hanno grandi capacità espressive e possono, nella loro personale visione del territorio, riservare grandi sorprese e avanzare richieste che, se prese seriamente in considerazione, potrebbero portare a svolte decisive nella gestione del patrimonio culturale e ambientale.

[contest]

Il Bello del Nostro Vecchio di Associazione OTTOmani e Scuola Media di Fanano

La pietra e le fotografie antiche raccolte dai ragazzi della 2^C raccontano le storie di una civiltà passata attraverso i momenti del lavoro, dei riti del matrimonio e della cresima, della lontananza per emigrazione, della famiglia che cresce con i bambini e i loro giochi… Un film di animazione realizzato dalla classe 2^C della Scuola media di Fanano (Modena) nell’Anno scolastico 2010/2011 – Coordinamento didattico Professoressa Caterina Muzzarelli, realizzazione laboratorio di cinema di animazione: Michela Donini e Roberto Paganelli per Associazione culturale OTTOmani

Alla ricerca delle suggestioni che emanano dalle vecchie fotografie di famiglia i ragazzi della 2^C hanno animato un racconto collettivo che narra attraverso momenti di vita vissuta raccontata dai nonni le fasi che scandivano la vita delle famiglie in una civiltà pre-consumistica. Il racconto animato si è arricchito dei testi realizzati dagli studenti durante l’attività di lingua italiana e degli oggetti che appartengono a una civiltà del lavoro, del sacro, dell’emigrazione del convivio tanto vicina al nostro tempo eppure ormai irrimediabilmente scomparsa.

Il percorso educativo-didattico:
Il percorso “Sassopasso” che si è concluso con la realizzazione del film “Il bello del nostro vecchio” è un itinerario di avvicinamento al film di animazione attraverso la scoperta delle tecniche e del linguaggio della più antica e magica delle forme cinematografiche. A partire dalle scoperte fatte nella fase di osservazione gli studenti sono passati alla fase di realizzazione creando forme e personaggi e ambientazioni, ideando e sviluppando delle piccole storie. La terza fase di ripresa sotto il banco ottico ha visto i bambini delle classi, frazionate in piccoli gruppi di lavoro, realizzare il proprio film animato che verrà immediatamente visionato e discusso pubblicamente.
Il percorso didattico si è sviluppato per 7 incontri di 2 ore ciascuno in ogni classe.
Gli obiettivi del percorso didattico sono: Presentare agli studenti diversi film di animazione che difficilmente i giovanissimi di oggi hanno l’occasione di vedere alla televisione o al cinema. Individuare e riconoscere una serie di “luoghi” (della storia, dei personaggi, dei contenuti) che si possono riscontrare nelle più diverse realizzazioni in cinema di animazione. Scoprire i segreti del cinema di animazione attraverso la realizzazione concreta. Sviluppare nuove soluzioni animate sulla base delle esercitazioni ludiche proposte dagli animatori. Praticare una attività di gruppo privilegiando e sviluppando gli aspetti comunicativi e cooperativi. Riconoscere le diverse attività concrete che sono necessarie per realizzare un film di animazione. Consentire ai ragazzi di avvicinarsi al mondo de cinema di animazione con un atteggiamento critico ottenuto grazie alle nuove competenze linguistiche acquisite. (per approfondimenti vedi la scheda allegata)

Roberto Paganelli
Associazione culturale OTTOmani

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *